HOME COMPANY EXPERTISE APPROACH CLIENTS INSIGHTS NEWS AWARDS ACADEMY CONTACTS

09 JAN 2017

A BRAND NEW 2017 / Da multi-canalità a multi-sensorialità

Con la rivoluzione digitale in corso, i brand cercano di ambientarsi in una dimensione costantemente instabile, dove le strategie di Marketing e di Comunicazione non hanno più paradigmi a cui attenersi. Un mondo nuovo e spesso confuso, costringe le aziende a navigare a vista e con i fari fendinebbia ben accesi.




Emerge così la recente direttiva che orienta tutti verso la “multi-canalità”, come dire: non è chiaro dove sia meglio stare, quindi vediamo di stare dappertutto.


Questa affermazione non vuole essere né una critica né una polemica provocatoria, bensì una constatazione della tendenza degli ultimi anni. Oppure, più che una tendenza, potremmo definirla una necessità, la quale obbliga i manager a sperimentare per comprendere.


In quest’era di multi-canalità – dove le sfide principali a cui assistiamo sono tra ‘storytelling’ e ‘social-communication’ – riscontriamo comunque qualcosa di buono, dove alcuni canali, profeticamente dati per spacciati all’inizio del millennio, vivono una seconda giovinezza. Ne è un esempio il Retail, condannato all’oblio anticipato poco dopo l’avvento dell’eCommerce. Banche native del Web aprono filiali fisiche sul territorio, marchi che concentrano investimenti nella creazione di flagship-store, brand che nutrono i sistemi di loyalty attraverso l’esperienza nei punti di vendita: sono solo alcuni casi che testimoniano il valore, riscoperto, della fisicità versus la virtualità.


Verrebbe da chiedersi: tutti i punti di riferimento che un tempo erano solidamente consolidati, sono oggi davvero così obsoleti e superati?

I mezzi contemporanei, è innegabile, sono da integrare con tutti i canali di distribuzione e di comunicazione esistenti – digitali e non – affinché ci sia un perfetto allineamento di messaggi, razionali o emotivi che siano.


Quindi, un brand che comunica attraverso un annuncio stampa o che interagisce attraverso un dispositivo collegato alla Rete, dovrà porre attenzione a un fattore critico in particolare: preservare il proprio modo di essere e di pensare, consentendo l’evocazione di sensazioni coerenti per ispirare le persone e aprire le porte della loro immaginazione.


Gestire canali differenti rende tutto più complesso, col rischio di generare pericolose contraddizioni e distonie semiotiche: il modo migliore per svolgere una regia corale è considerare gli aspetti connessi ai “sensi” dell’essere umano, in grado di dare un senso e caratterizzare la personalità della marca.


Mai rinunciare a se stessi, è il nuovo mantra per evolvere senza cambiare e per sopravvivere nel contesto fluido della multi-canalità.



Share on: Share via E-mail Share via Linked-In Share via Twitter Share via Facebook

UNIVISUAL

Univisual is a leading brand consultancy.

Our services includes brand analysis, brand architecture, brand personality, brand naming and brand design.


For further informations about Univisual process and to inquire about a new project develompment, please send an email to info(at)univisual.com


RECRUITMENT

Chi desidera proporsi come potenziale collaboratore di Univisual può inoltrare una richiesta cliccando qui


PRESS OFFICE

Se siete giornalisti e desiderate scrivere articoli su Univisual, inviate una richiesta a: press.office(at)univisual.com


SITE MAP

Company

Expertise

Approach

Clients

Insights

Contacts

CONTACTS

T +39 02 66 84 268

F +39 02 60 73 05 88

info(at)univisual.com


NEWSLETTER

Per ricevere costantemente informazioni e aggiornamenti su Univisual puoi iscriverti alla nostra newsletter cliccando qui


FOLLOW US


HEAD OFFICE

Milano

Via Lepanto 1, 20125 Milano - Italy

T +39 02 66 84 268/236

F +39 02 60 73 05 88


ITALIAN

OFFICES

Milano

Bolzano

Genova

INTERNATIONAL

NETWORK

New York

Sydney

Singapore

L'ICONA DI UNIVISUAL

BRAND 3.0

IL LIBRO SULLA

BRAND IDENTITY

GAETANO GRIZZANTI

AWARDS

BRAND IDENTITY

ACADEMY

IL MAGAZINE SULLA BRAND IDENTITY